Categorie
Eventi

Revolution Label

Tempo di formazione in casa Auroflex! Stampanti spente e orecchie attive per una giornata di formazione e approfondimento

Lo scorso 16 Settembre, tutto il personale Auroflex è stato coinvolto in una giornata formativa dal titolo “Revolution Label”.

L’impegno dell’azienda è volto alla continua formazione del suo personale e soprattutto alla preparazione dei cambiamenti che nel breve e medio periodo ci riguarderanno da vicino.

Auroflex dopo aver ricevuto la certificazione “FSC” a riprova della sua grande attenzione ai temi della sostenibilità e alla tutela del Pianeta, sta portando avanti con grande determinazione dei progetti di innovazione che riguarderanno tutti i rami dell’azienda.

Da un lato, l’arrivo di un nuovo impianto stampa che permetterà l’efficientamento dei processi combinato al perfezionamento e implementazione di nuove tecniche di finishing, dall’altro un progetto che nell’anima ha l’internazionalizzazione dell’azienda.

I relatori della giornata sono stati tre: Flavia Frisone, docente di storia greca all’università di Lecce che ha tenuto una lezione costruendo il parallelismo esistente tra antichi vasi greci e le etichette. In effetti, siamo abituati a vedere gli antichi come qualcosa di lontano dalla nostra realtà, mentre la professoressa è stata in grado di raccontare come il packaging, certo in modo diverso rispetto a quello che siamo abituati a conoscere noi oggi, è sempre esistito. Negli vasi dell’antica Grecia ciascun prodotto veniva sapientemente raccontato attraverso specifiche tecniche, delle vere e proprie etichette ante litteram.

Poi Rocco Rossitto, digital strategist che ha illustrato come solo attraverso la continua ricerca e la voglia di mettersi in gioco sperimentando novità si può innovare sul serio ed essere pioneri, un po’ come in Auroflex, sempre in prima fila quando si tratta di sperimentazioni e novità per arrivare a soddisfare le richieste del nostro mercato.

Infine Mafe de Bagis, digital strategist che ha fatto riflettere su quanto possa essere pericoloso continuare ad avere lo stesso approccio e come la risposta “Abbiamo sempre fatto così” è deleteria per le persone che compongono un’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *